Email Marketing

L’oggetto dell’email: vero driver delle aperture

Il subject all’interno di una email è il vero driver delle aperture. Il subject è, insieme al mittente, la prima informazione che il lettore/destinatario osserva, quindi è importante che ciò che il subject promette sia poi davvero compreso nel corpo della email.

 

A tal proposito uno studio condotto da Adestra ha analizzato un campione casuale di  oltre 90.000 campagne di email marketing, mettendo l’accento sui termini più efficaci inseriti nell’Oggetto delle email in relazione ai destinatari. Una delle prime cose che emerge è che sia sul lato B2B che B2C  la parola “Free Delivery”  (consegna gratuita in italiano) risulta essere quella più performante registrando un tasso di apertura superiore alla media con un valore del 50,7% ; subito dopo è la parola “Alert” a determinare il secondo tasso di apertura più elevato (38.1%).

 

Mail Marketing: le parole più efficaci per l'Oggetto

Un’altra considerazione riguarda il diffuso uso di caratteri speciali nell’oggetto della email, ovvero l’utilizzo di simboli grafici utili a richiamare l’attenzione dei destinatari.  In questo caso, ma non solo, è importante testare il loro utilizzo in base al target di riferimento per non rischiare di generare una percezione addirittura negativa da parte dei nostri destinatari.

Tale tema è stato efficacemente affrontato all’interno di questo nostro post in merito gli oggetti email e simboli che possono essere utilizzati nella nostra piattaforma di email marketing professionale 4Dem.it.

Share Button